Aci e Galatea: l’affascinante legenda d’amore

Home / arte&cultura / Aci e Galatea: l’affascinante legenda d’amore
aci e galatea
Aci e Galatea

La legenda di Aci e Galatea, racconta di  un grande amore nato tra Aci, un bellissimo pastore, figlio del Dio Pan (protettore di monti e boschi) e Galatea una bellissima ninfa del mare, adorata dagli dei. I due innamorati erano soliti incontrarsi su una meravigliosa spiaggia. Quando  Polifemo, il gigante da un solo occhio, innamorato della bella Galatea, scoprì dell’amore nato tra i due giovani, sprigionò ira da tutti i pori.

Aci e Galatea: Polifemo infuriato e verde di gelosia uccide Aci

Polifemo
Aci e Galatea – Polifemo

Fu così, che dopo il rifiuto ricevuto da Galatea, Polifemo infuriato scagliò un gigantesco masso sul povero Aci, il quale rimase schiacciato. La dolce Galatea, appresa la notizia, corse subito dal suo amato, piangendo sul suo corpo ormai insanguinato. Il lungo pianto della ninfa, scaturì la compassione degli dei che tenevano molto a lei. Per rendere meno tormentata la sua esistenza senza l’amato pastore, gli dei trasformarono Aci in un fiume stupendo; che scende dal monte Etna e sfocia nel tratto di spiaggia dove i due amanti erano soliti incontrarsi.

Il fiume battezzato dai greci col nome Akis, oggi divenuto per buona parte sotterraneo, costituisce ancora una meravigliosa sorgente nei pressi di Santa Maria La Scala, un piccolissimo borgo marinaro sito in Acireale. La sorgente, ha preso il nome di “u sangu di Aci” (il sangue di Aci). La statua di Aci e Galatea è stata destinata all’interno del parco Belvedere di Acireale accanto al laghetto dei cigni, simbolo della bella cittadina.

Curiosità ed eventi:

La notte tra il 24 e il 25 dicembre 2015 e il giorno di Natale dalle 19.00 in poi, si terrà in Piazza Duomo ad Acireale “Pietra Canta”, il videomapping che narrerà la storia di Aci e Galatea sulla facciata del Palazzo Del Municipio. La legenda d’amore di Aci e Galatea, è un esempio di amore eterno che continua ad affascinare il mondo.