Campanile del Duomo di Messina: ecco com’è formato

Home / arte&cultura / Campanile del Duomo di Messina: ecco com’è formato

Il fascino infinito di una struttura sorprendente e complessa: il Campanile del Duomo di Messina

Campanile del Duomo di Messina
Campanile del Duomo di Messina

Il campanile del Duomo di Messina  oltre ad essere parte integrante della cattedrale, è un monumento davvero spettacolare, sia perchè contiene al suo interno l’orologio meccanico e astronomico più grande e più complesso del mondo, sia per lo spettacolo che offre ogni dì a mezzogiorno.
Eh si, proprio ogni giorno allo scoccare delle 12.00 il meccanismo interno di contrappesi, leve e ingranaggi fanno si che le statue di bronzo dorato posizionate sulla facciata che dà sulla piazza, prendano vita e si muovano.

Sezioni del Campanile

Il campanile del Duomo di Messina è diviso in sezioni verticali, e ogni sezione rappresenta elementi e storie diverse.
Iniziamo l’osservazione dal basso.

Carosello dei giorni della settimana
Ogni giorno è rappresentato da una divinità pagana diversa:

Domenica: Apollo su di un carro tirato da un cavallo
Lunedì: Diana su di un carro tirato da un cervo
Martedì: Marte su di un carro tirato da un cavallo
Mercoledì: Mercurio su di un carro tirato da una pantera
Giovedì: Giove su di un carro tirato da una chimera
Venerdì: Venere su di un carro tirato da una colomba
Sabato: Saturno su di un carro tirato da una chimera.

Carosello delle Età
4 statue dalla grandezza naturale che rappresentano le 4 fasi della vita, e che entrano in scena ogni quarto d’ora sulla facciata del Campanile del Duomo di Messina:
bambino: l’infanzia
giovane: la giovinezza
guerriero: la maturità
vecchio: la vecchiaia.
Lo scheletro invece rappresenta la morte e scandisce la vita con la sua falce.

La Chiesa di Montalto
Alla sinistra di chi si sofferma a guardare l’orologio del campanile del Duomo di Messina, sul colle della Caperrina, sorge la Chiesa di Montalto, la cui fondazione è ricordata in una sezione del campanile. A mezzogiorno sulle note dell’Ave Maria, una colomba vola in cerchio, e da dietro una roccia emerge la Chiesa di Montalto.

Le Scene Bibliche
Seguono il calendario liturgico in ordine preciso:
da Natale all’Epifania: adorazione dei pastori che si inchinano davanti a Gesù bambino, Maria e Giuseppe
dall’Epifania a Pasqua: adorazione dei Re Magi, ognuno accompagnato da un valletto adorano il bambino tra le braccia di Maria
da Pasqua alla Pentecoste: Resurrezione di Gesù, di guardia al sepolcro due soldati che vedono innalzarsi Gesù
dalla Pentecoste a Natale: discesa dello Spirito Santo: i 12 apostoli al cenacolo intorno alla Madonna e lo Spirito Santo simboleggiato da una colomba vola sopra di loro.

La Madonna della Lettera
La scena rappresenta la patrona della città, e poco dopo mezzogiorno Maria riceve la lettera da un angelo, seguono poi San Paolo e gli ambasciatori messinesi.

 

Campanile – Duomo di Messina
Campanile – Duomo di Messina

Dina e Clarenza
Statue della grandezza di 3 metri che battono le ore e i quarti, e rappresentano le due eroine che accorsero in difesa della città durante la guerra dei Vespri Siciliani nel 1282. Parte importantissima del Campanile del Duomo di Messina.

Il Gallo
Posto al centro tra Dina e Clarenza, alto 2.20 metri rappresenta il risveglio, e a mezzogiorno dopo il ruggito del leone batte le ali, solleva la testa e canta per tre volte consecutive.

Il Leone
Posto sulla sommità del campanile del Duomo di Messina, è alto 4 metri e rappresenta la forza. Dopo lo scoccare delle 12.00 è il primo che inizia a muoversi, agita un bandiera, muove la coda e quando rivolge la testa verso la piazza ruggisce per 3 volte consecutive.

 

Orologio astronomico – campanile Duomo Messina
Orologio astronomico – campanile Duomo Messina

Il quadrante delle Ore
Su ognuno dei 4 lati del campanile si trova il quadrante delle ore, il cui diametro misura 3.50 metri.
Sul lato che guarda la facciata della cattedrale si trova la l’orologio astronomico.
Dal basso verso l’alto si possono osservare:

Il Calendario Perpetuo
Qui il quadrante di 3,50 metri segna i giorni, i mesi, gli anni e le feste mobili. Il giorno è indicato con una freccia da un angelo di marmo.

Il Planetario
Qui è rappresentato il sistema solare, con al centro il sole e attorno i 9 pianeti che ruotano attorno, collocato ad una distanza proporzionale a quella reale.

La Luna
Tra due finestre sopra il planetario si trova la luna, suddivisa in due emisferi, nero e dorato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.