Escursioni sui Nebrodi, una passione che guida l’Associazione “I Nebrodi”

Home / Avventura / Escursioni sui Nebrodi, una passione che guida l’Associazione “I Nebrodi”
Associazione iNebrodi
Associazione iNebrodi

Un viaggio immersi nella natura, l’emozione di scoprire luoghi inaspettati, notti sotto le stelle.
Queste sono solo alcune delle esperienze che le escursioni sui Nebrodi permettono di vivere tutto l’anno.
Rendere fruibile a tutti questo territorio è uno degli obiettivi che l’Associazione Naturalistica I Nebrodi ha messo alla base della sua attività.
Alessandro Licciardello, uno dei soci fondatori dell’associazione, di professione geologo, vive a S. Stefano di Camastra, ci racconta qui qualcosa in più per conoscere meglio l’associazione.
Fin da piccolo appassionato di montagna, escursionismo, micologia, e di tutte le attività all’aria aperta, ama dedicarsi attivamente, con altri amici, al trekking e all’escursionismo a piedi e in mountain bike.

Escursioni sui Nebrodi, il viaggio infinto nella natura

  • Alessandro, quando nasce la vostra associazione e con quale scopo? 

“La nostra associazione si è costituita nel 2009, ad opera di un gruppo di amici che già da diversi anni condividevano la passione per la natura e per i Nebrodi, percorrendo e studiando i sentieri e le strade carrate in mezzo ai boschi, alla ricerca di angoli e scorci di pregio e fascino naturalistico. Lo scopo dell’Associazione è proprio quello di far conoscere, condividere e valorizzare lo straordinario valore naturalistico e paesaggistico del Parco dei Nebrodi, ma non solo questo: è nostro obiettivo anche quello di valorizzare le eccellenze gastronomiche e le peculiarità storico-culturali del territorio”.

  • Che tipo di percorsi naturalistici avete in programma per questo 2015?

“Il nostro calendario è molto vario, come tipologia e difficoltà dei percorsi: si va dalle facili passeggiate adatte a tutti, quali il bosco della Tassita e il Mulino di Caronia, a quelle adatte a chi è abituato alle medie distanze, quali l’itinerario del Biviere di Cesarò, o l’anello di Monte Trefinaidi, ai trekking impegnativi di più giorni, tra cui, ovviamente, la spettacolare Dorsale dei Nebrodi”.

  • Proponete percorsi particolari per famiglie con bambini?

“In calendario non abbiamo proposte destinate specificatamente a famiglie, ma i percorsi più semplici, di cui abbiamo parlato poco prima, possono essere affrontati anche da famiglie con bambini e adolescenti al seguito. In ogni caso, per gruppi con famiglie e bambini che volessero adattare un percorso alle loro esigenze, non mancano le alternative, con soluzioni personalizzate“.

  • Proponete percorsi week-end?

“Ne abbiamo  previsto qualcuno, come la già citata Dorsale, che però si svolge in 4 tappe, o il week-end naturalistico al Mulino, decisamente più facile, che ogni anno proponiamo ad agosto per la possibilità di effettuare un bellissimo trekking fluviale lungo l’alveo del Torrente Caronia. Probabilmente inseriremo, in primavera ed autunno, anche altre proposte week-end con punto base presso strutture ricettive in mezzo al verde”.

  • Offrite la possibilità di prendere parte a percorsi enogastronomici sul territorio dei Nebrodi?

“All’interno di alcune attività diamo uno specifico risalto all’enogastronomia; ad esempio, in primavera organizziamo al Mulino di Caronia (che la nostra Associazione ha in gestione dall’Ente Parco), una specifica escursione con mungitura delle capre e preparazione di tuma e ricotta, oltre alla degustazione di vari altri prodotti tipici. Quest’anno abbiamo in calendario altri eventi tematici di carattere gastronomico, tra cui le giornate del frumento (a giugno), del vino (a settembre) e dell’olio (a novembre)”.

  • Quale tra le escursioni sui Nebrodi ha da sempre più successo? E quale ti emoziona di più?

“Le escursioni sui Nebrodi più “quotate” sono di solito quelle al mulino di Caronia, in cui, oltre allo splendido itinerario, c’è la possibilità di vedere la struttura, in cui abbiamo anche installato dei pannelli didattici che ne spiegano l’originario funzionamento. Ma anche la Tassita, che è un luogo di eccezionale valore naturalistico e sta a poco a poco acquisendo il giusto riconoscimento in termini di presenze. Riguardo a quella più emozionante, al primo posto c’è  la Dorsale, sia per la varietà di ambienti e panorami che si possono attraversare, sia per il fatto che la si vive in “full immersion”, con tenda e sacco a pelo, gustandosi tutto il fascino dell’avventura, come ho iniziato a fare io, parecchi anni fa, per scoprire i Nebrodi”.

escursioni sui nebrodi 2015